PROGETTI REALIZZATI Uno spazio d’ascolto gratuito dedicato a mamme e papà in attesa e a genitori neonati

Il nostro servizio di accompagnamento è motivato dal fatto che riteniamo ci sia massimamente bisogno di ascolto e accompagnamento quando un individuo o una famiglia attraversa momenti di crisi e di difficoltà. Alcuni soggetti e alcune famiglie si ritrovano soli ad affrontare tali momenti e ciò porta a confusione, malessere, talvolta disagio vero e proprio, che può avere costi notevoli in termini di stress, ansie e riduzione delle capacità affettive e lavorative.

Partiamo dal presupposto che non solo i bambini e i ragazzi, ma anche gli adulti e i genitori, hanno l’esigenza fondamentale di essere ascoltati, presi in considerazione e orientati quando si trovano a dover fronteggiare momenti di crisi.

Ci sono eventi che sono considerati dalla comunità scientifica tra gli eventi di vita più stressanti, per tutti i membri che compongono una famiglia, tra questi: la separazione dei genitori, i lutti inaspettati, gli eventi traumatici che colpiscono uno o più membri della famiglia.

Con questo sportello abbiamo voluto dare un’opportunità concreta a tutti coloro che stanno vivendo delle situazioni di difficoltà di essere accompagnati in tale momento difficile, vogliamo offrire un luogo in cui trovare esperti (psicologi, mediatori familiari, avvocati, consulenti di parte) per porre domande, avere informazioni e con cui potersi confrontare per capire quali percorsi e quali professionisti siano i più adatti per affrontare le difficoltà specifiche del proprio nucleo familiare.

  

CON QUALI OBIETTIVI?

  • Fornire ascolto, aiuto e accompagnamento agli adulti (perché se gli adulti non sono ascoltati e compresi nelle loro difficoltà, a loro volta non possono trovare le energie e la disponibilità per ascoltare e comprendere i bambini);
  • prevenire tempestivamente i disagi;
  • ridurre la conflittualità familiare;
  • offrire sostegno alle famiglie nei compiti educativi e nella gestione di momenti di crisi;
  • fornire informazioni e confronto su tematiche educative;
  • mettere in contatto le persone in difficoltà con i servizi e/o gli specialisti più indicati

CON QUALI MODALITA’?

Il progetto prevedeva l’attivazione di uno sportello in cui offrire consulenze psicologiche e/o legali gratuite (come primo incontro di ascolto e primo incontro con il legale se previsto) per tutti gli individui, le coppie, le famiglie che si trovano a vivere momenti di difficoltà.

Gli esperti erano a disposizione 2 ore alla settimana (il lunedì dalle 10 alle 12) presso la sala D del Centro d’Incontro Madonna del Pilone, in Corso Casale 212 a Torino.

Sempre a richiesta e su appuntamento è stato possibile fornire inoltre la consulenza di altri specialisti: psicoterapeuti, terapisti di coppia, terapeuti familiari, mediatori familiari, consulenti tecnici di parte.

Durante il primo colloquio lo psicologo ha aiutato chi è giunto allo sportello a chiarire la propria situazione ed è stato possibile fornire indicazioni circa i percorsi più adatti ad affrontare la specifica difficoltà.

SECONDO QUALE METODOLOGIA?

I colloqui sono stati svolti da psicologi esperti nel campo delle dinamiche familiari e della relazione educativa.

E’ stato offerto un ascolto empatico e attivo, offrendo accoglimento ai vissuti personali e al contempo fornendo informazioni utili sui servizi/professionisti che avrebbero potuto  affiancare il nucleo familiare nella specifica situazione di difficoltà.

Gli adulti hanno un grande bisogno di essere ascoltati e di essere ascoltati dal punto di vista emotivo. Talvolta l’incontro con una persona capace di ascolto empatico, cioè di accettazione, di disponibilità, di vicinanza emotiva può sollecitare risposte di consapevolezza e cambiamento. L’ascolto degli adulti può produrre stimoli positivi che determinano una circolarità dell’atteggiamento dell’ascolto, i cui effetti si possono registrare nella famiglia e nella comunità.