Sostegno Psicologico

Quando è consigliabile chiedere aiuto allo psicologo?

Quando un problema psicologico è tale da non poter essere affrontato e risolto con i propri mezzi o con la sola “forza di volontà” e quando l’aiuto di amici, parenti, conoscenti non è sufficiente per poterlo superare.

Chi può chiedere aiuto ad uno psicologo?

Tutte le persone che vivono una condizione di disagio interiore, sofferenza, ansia o preoccupazione che interferisce con il sereno svolgimento della vita e che a volte viene tenuta nascosta dalla persona stessa, per il timore di apparire inadeguata.

Tale condizione può derivare da problemi personali o relazionali di vario genere, da situazioni critiche o dolorose che la persona sta attraversando (per es. un lutto, una malattia, una separazione, la perdita del lavoro, conflitti familiari o di coppia) o da esperienze traumatiche non elaborate, subite più o meno recentemente (come ad es. incidenti, lutti, malattie, maltrattamenti, abusi sessuali).

Che cos’è il sostegno psicologico e a che cosa serve?

Ognuno di noi, nel corso della propria vita, può attraversare periodi stressanti o momenti di crisi più o meno duraturi, che possono derivare da situazioni particolari – che irrompono all’improvviso minacciando o sconvolgendo l’equilibrio psicologico di chi le subisce (come per es. la perdita del lavoro, la fine di una relazione sentimentale, la scoperta di una malattia che ha colpito la persona stessao un suo caro, un lutto) – oppure da alcune difficoltà personali e/o relazionali mai realmente affrontate e superate.

Poiché la natura ci ha predisposti alla risoluzione dei problemi che la vita ci presenta, spesso di fronte alle difficoltà che viviamo e talvolta senza neppure rendercene conto, attingiamo ad alcune risorse interne (o strategie di coping) che ci consentono di affrontarle e superarle.

Quando questo non avviene, è naturale che ci si possa sentire “bloccati” o in balia di sentimenti negativi più o meno intensi (sconforto, sfiducia, senso d’impotenza, rabbia, dolore ecc.) e che si possa far fatica ad intravvedere una possibilità di uscita dalla condizione di malessere che si sta vivendo.

In situazioni di questo genere ricorrere al sostegno psicologico, affidandosi all’aiuto di un professionista, può essere estremamente utile, se non addirittura necessario, per uscire dalla situazione di crisi che si sta attraversando.

In questo tipo di percorso, che si fonda innanzitutto sull’instaurarsi di una relazione empatica fra lo psicologo ed il paziente, ci si concentra inizialmente sulla definizione del problema e degli obiettivi che si vorrebbero raggiungere, focalizzando poi l’attenzione sulla messa a fuoco e sul potenziamento delle risorse (sia interne che esterne) che potrebbero rivelarsi efficaci per la risoluzione della crisi.

Questo genere di intervento, oltre a rappresentare un’occasione per iniziare a “prendersi cura” di sé, mira essenzialmente a favorire l’acquisizione di una maggiore consapevolezza circa il proprio modo di affrontare problematiche di carattere personale, facilitando al contempo il recupero, la valorizzazione e lo sviluppo di alcune risorse inespresse della persona, utili al superamento delle difficoltà incontrate.

La durata del percorso è soggettiva e pertanto variabile, a seconda delle necessità e delle caratteristiche individuali.

Per appuntamenti:

Dr.ssa Anna Carla Lungo, psicologa e psicoterapeuta, Practitioner E.M.D.R.

Tel: 328 6163487

Dr.ssa Valeria Camerone, psicologa e psicoterapeuta, Practitioner E.M.D.R.

Tel: 339 8554374

Dr.ssa Sabrina Ghiberti, psicologa e psicoterapeuta, Terapeuta E.M.D.R.

Tel: 347 0190124