IL PROGETTO GAIA E LA MINDFULNESS PSICOSOMATICA

PROGETTO GAIA

Il centro Così Com’é Onlus aderisce al Progetto GAIA, un Programma di Sviluppo della Consapevolezza Globale di Sé stessi e del Pianeta e di Promozione della Salute Psicosomatica promosso dall’Associazione “Villaggio Globale di Bagni di Lucca”.

Il progetto, approvato e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, applica le direttive degli Obiettivi 3 e 4 all’educazione sostenibile e alla salute dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e dell’UNESCO, attraverso le pratiche di promozione della salute dall’OMS e le direttive formative del MIUR per lo sviluppo di una più profonda consapevolezza globale di Sé e del pianeta.

L’elemento centrale del Progetto Gaia, messo a punto in 20 anni di esperienze e ricerche condotte su 20 000 persone dall’Associazione Villaggio Globale, è la “Coscienza” o “Consapevolezza di Sé”, uno dei concetti più avanzati e “rivoluzionari” nel campo delle neuroscienze applicate alla scienza dell’educazione. L’importanza della coscienza è una scoperta relativamente recente nella scienza moderna. Oggi è diventata un oggetto primario della ricerca scientifica in quanto ritenuta di importanza cruciale per la comprensione dei comportamenti umani e delle loro conseguenze nei rapporti sociali con il mondo che ci circonda.

Il nucleo fondamentale del “nuovo paradigma educativo” su cui è basato il Progetto Gaia è la “consapevolezza di Sé”. Le oltre 2.500 ricerche delle neuroscienze, sviluppate negli ultimi decenni, hanno mostrato come le pratiche di mindfulness e meditazione sono strumenti di estrema efficacia per un corretto sviluppo dell’individuo, permettono di migliorare le risorse intellettive, l’intelligenza emotiva, la salute psicofisica, l’empatia, la collaborazione e la coesistenza sociale.

Gli obiettivi del Progetto Benessere Globale – Gaia secondo le direttive dell’UNESCO e dell’OMS sono:

  1. Sviluppare una maggiore consapevolezza globale di Sé e del mondo in cui viviamo;
  2. Trasmettere le conoscenze scientifiche, etiche e culturali del nuovo paradigma per una cittadinanza globale attiva e sostenibile;
  3. Sviluppare la “promozione della salute” attraverso la consapevolezza psicosomatica di Sé;
  4. Sviluppare il benessere psicofisico attraverso la “gestione dello stress” e della depressione;
  5. Migliorare l’intelligenza emotiva, la gestione delle emozioni e contenere l’aggressività;
  6. Migliorare la comunicazione, la cooperazione e le relazioni sociali e di gruppo;
  7. Migliorare il rendimento scolastico e lavorative, riducendo la tensione e l’aggressività.

MINDFULLNESS PSICOSOMATICA

Riferimento scientifico per comprendere la visione di salute-malattia su cui si basa il progetto è la PNEI, Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia, una nuova branca della medicina che negli ultimi vent’anni ha riunito la dicotomia mente-corpo consentendo migliori modelli di comprensione dell’unità psicosomatica dell’essere umano e dei meccanismi che sottostanno alle malattie. L’aumento esponenziale delle ricerche e degli studi sulla PNEI sula profonda interconnessione tra psiche, emozioni e salute stanno generando un cambiamento di paradigma in cui il benessere globale non può più essere separato dalle dimensioni umane della coscienza, delle emozioni e delle relazioni sociali.

Nel Progetto Gaia e nel Protocollo Mindfulness Psicosomatica PMP viene utilizzata la mindfulness psicosomatica come tecnica base per sviluppare una consapevolezza globale di Sé da cui parte l’intero percorso di benessere psicofisico, orientato alla liberazione dei blocchi psicosomatici e alla crescita personale. Le ricerche internazionali affermano che già dopo pochi mesi di pratica della mindfulness le persone sperimentano un differente equilibrio interno e relazionale.

La mindfulness psicosomatica è una tecnica semplice ed essenziale per sperimentare una consapevolezza psicosomatica di Sé in cui scompare la divisione tra corpo, emozioni e mente ed emerge la coscienza unitaria dell’essere. Essa differisce dalla mindfulness classica per alcune semplici ma fondamentali impostazioni che facilitano nella persona una più profonda e dettagliata consapevolezza corporea, emozionale e collettiva, ma soprattutto del campo energetico.

Il protocollo è stato somministrato a più di 16 000 persone in Italia inclusi appartenenti alle diverse diverse fasce di età della popolazione e a ceti sociali svantaggiati.

Le numerose validazioni statistiche degli effetti del Progetto Gaia sono state eccellenti sia dal punto di vista clinico che psicologico e umano. Il Progetto Gaia è stato monitorizzato attraverso l’utilizzo di schede di valutazione e di questionari per bambini e ragazzi e di test psicologici specifici per adulti che ne hanno provato statisticamente l’efficacia clinica e gli effetti positivi sul comportamento (life skills) nelle sue differenti dimensioni educative, cognitive, psicologiche.

(Contenuti tratti da: Progetto GAIA – un nuovo paradigma educativo – a cura di Federico Nitamo Montecucco e Silvia Ghiroldi)

Per info contattare; Dr.ssa Sabrina Ghiberti, tel 347 0190124